Seleziona una pagina

Busalla

Casella

Crocefieschi

Isola del Cantone

Montoggio

Ronco Scrivia

Savignone

Valbrevenna

Vobbia

Comune di Busalla

Comune di Casella

Comune di Crocefieschi

Comune di Isola del Cantone

Comune di Montoggio

Comune di Ronco Scrivia

Comune di Savignone

Comune di Valbrevenna

Comune di Vobbia

Comune di Montoggio

Montoggio è una località della bellissima Liguria “rurale” nell’immediato entroterra di Ge­nova, sorge dove i torrenti Laccio e Pentemina confluiscono a formare lo Scrivia, ad un’altitudi­ne compresa fra i 450 e gli oltre 1000 metri ed è ricca di testimonianze storiche e di risorse cultu­rali, paesaggistiche e gastronomiche. Diversi sono i punti di interesse quali: l’Area monumentale del Castello dei Fieschi, la Cappel­la di san Rocco, la Chiesa di San Giovanni Batti­sta, il Ponte medioevale e il Santuario di Nostra Signora di Tre Fontane. I suoi dintorni, seducen­ti per la sobria architettura rurale delle frazioni sparse e per i magnifici boschi di castagni e la­tifoglie, si prestano a molteplici escursioni, com­prese quelle lungo le tappe 26 e 27 dell’Alta Via dei Monti; inoltre per i bikers e i patiti del trial sono disponibili percorsi attrezzati. Se le prime notizie storiche risalgono all’alto medioevo e al X secolo, il castello Fieschi (poten­te casato filoguelfo) è il fortilizio di cui troverai le tracce più affascinanti, minato e fatto esplodere nel 1547 dai genovesi dopo il fallimento della cospirazione dei Fieschi contro i Doria; nelle vi­cinanze sorge la Cappella di San Rocco, eremo eretto nel ‘400 dalla comunità flagellata dalla peste. La parrocchiale di San Giovanni Battista De­collato, custodisce un vero forziere di capolavori, una quadreria di maestri del ‘600 (Fiasella, De Ferrari, Lomi, …). Il Santuario in località Tre Fon­tane risale alla seconda metà del secolo XII ed è una toccante testimonianza della devozione collettiva. Agricoltura e pastorizia dell’entroterra ligure “ritornano” anche a Montoggio nei prodotti e nei piatti tradizionali. La patata bianca da secoli raf­forza mille ricette, le castagne, una volta fonte primaria di sostentamento, oggi forniscono an­cora la farina per deliziosi canestrelli e pandolci natalizi, e poi … il pesto, i ravioli col “tocco” di carne, i pansòuti con la salsa di noci, il rituale e sontuoso fritto misto, le formaggette. Risorse sportive: Parete free climbing con 4 arrampicate di­verse in zona Lago Val Noci Percorsi trekking F.I.E. e Alta Via dei Monti Li­guri (tappe 26 e 27). Percorso per mountain bike “Anello dei Fie­schi”, lunghezza 10 km. E’ presente un Gruppo di Bikers, gli Scout (sito www.mtbscout.it), molto attivo, che pro­muove iniziative volte a incentivare un turismo equilibrato e sostenibile, rispettoso dell’ambien­te e della natura.L’appuntamento è ogni dome­nica mattina per partire verso sentieri di altura che spesso esasperano quello che è il carattere ligure, spigoloso sia nella persona sia nel profilo orografico; discese lungo sentieri stretti e roc­ciosi, salite spesso poco pedalabili, tracciati non sempre evidenti o liberi da vegetazione. Percorsi per moto da trial (Percorso Nord e Percorso Sud) Italiana. Area Verde e Sportiva con: Spazio bike e moto trial indoor, Campi da calcio in sintetico, Campo da tennis, Campo da beach volley Area verde attrezzata con giochi e pannelli naturalistici. Campi da bocce coperti e scoperti (presso la Bocciofila di Montoggio).       Risorse culturali: Quadreria Chiesa di San Giovanni Battista Decollato, Santuario di Tre Fontane e museo degli ex-voto, Rovine del Castello dei Fieschi, Cappella di San Rocco, Ponte medievale, Museo della storia della cucina. Montoggio è gemellato con Radomysl, pae­se della Repubblica Ceca (Boemia del Sud). Principali eventi: Fiera agricola di San Pasquale (maggio), Mu­latrial di Montoggio (giugno), Festa del Santua­rio di Tre Fontane (8 settembre). Esposizione permanente degli ex-voto di Tre Fontane LA VAL PENTEMINA La Val Pentemina ospitava in passato numerosi insediamenti rurali ed è disseminata di cascinali, seccherecci e teleferiche; è in buona parte disabitata ma ancora ben conservata e ricca di fascino. Il mezzo ideale per percorrere questo itinerario è la mountain bike. A Bromia si prende il bivio sulla sinistra per Gazzolo, dove comincia una rotabile a fondo naturale che percorre l’intera Val Pen­temina e giunge al caratteristico abitato di Pèntema, passando dalla Valle Scrivia alla Val Trebbia. In poco più di otto chilometri di salita costante ma gradevole si coprono i 400 metri di dislivello che separano il fondovalle da Pèntema.   MONTE MAGGIO Il Monte Maggio (978 m) è una monta­gna di conglomerato che sovrasta gli abitati di Casella e di Savignone. Poco più in basso, su un piccolo spiazzo, si trova la cappella della Madonna del Sacro Cuore, costruita nel 1883. Dall’ex Colonia Montagna di Savignone, cui si arriva in auto con una deviazione a sinistra poco oltre l’abitato di Montemaggio, si può comodamente raggiungere la cima, in circa 30 minuti di cammino coprendo un dislivello di circa 150 m. Sul monte si trova anche una pista di lancio per deltaplani, che hanno un punto di partenza privilegiato, grazie anche al gioco di correnti d’aria. “L’ANTICA OSTERIA” A due passi dal Santuario, per iniziativa del Centro Culturale “Peppo Dachàˆ” e del centro Studi Storici Alta Valle Scrivia è stato allestito un piccolo Museo dedicato alla cucina della tradi­zione genovese, parte dell’itinerario museale e storico dell’Alta Valle Scrivia. È stata ricostruita la perfetta copia di un’anti­ca osteria, completa di forni, pentolame, attrezzi d’epoca, tra cui un curioso antenato del girarro­sto. Il Museo sorge in un edificio che ospita un’osteria vera, la Trattoria Rosin. Indirizzo: Via Provinciale, 15 -Montoggio (GE) Info: Tel: 010 938955-010 938292 (Trattoria Rosin) – Ingresso gratuito ESPOSIZIONE PERMANENTE DEGLI EX-VOTO DI TRE FONTANE Lungo la Strada Provinciale 13, che porta a Creto, si trova il Santuario di Santa Maria delle Tre Fontane. Le origini del Santuario, edificato sul luogo su cui si trovava un hospitale per pellegrini, risalgono alla seconda metà del secolo XII. La tradizione racconta dell’apparizione di Maria a una ragazza sordomuta, che riacquistò la parola. Alla notizia, clero e popolo accorsero sul luogo indicato dalla ragazza e vi trovarono una statua in legno di Maria col Bambino. La scultura venne portata nel­la chiesa parrocchiale da dove scomparve nella notte; il mattino seguente venne ritrovata nello stesso luogo dove era apparsa il giorno prima. Qui apparvero tre rivoli d’acqua, mai visti prima. Questi tre rivoli hanno dato il nome al luogo e al Santuario, costituito da tre navate e preceduto da un porticato. Sulle pareti accanto all’ingresso si trovano numerosi ex-voto, per lo più dipinti in modo semplice ed ispirati alla vita dei campi. Nei locali adiacenti al Santuario è stata allestita un’esposi­zione permanente. Indirizzo: Strada Provinciale, 13 – Montoggio (GE) – Info: Tel: 010 938852 (Santuario) Per visitare l’esposizione è necessario telefonare al Santuario

Unione Comuni dello Scrivia
Piazza Macciò, 1 - 16012 Busalla (Ge)
P.I. 02252280991 - Tel. 010.976.831 - Fax. 010.964.0838
Mail. info@unionedelloscrivia.ge.it - Pec. protocollo@pec.unionedelloscrivia.ge.it
Mappa del Sito - Privacy - Privacy Cookies